Il blog di Antonio Tombolini

Il caso FIAT: riaccendiamo i riflettori

I

E sì, è proprio tempo di riaccendere i riflettori su casa FIAT. Di Punto nuove (nel senso di Grande Punto, come la chiamano) continuo a non vederne, evabbè, dice che gli ordini però ah, non gli si sta dietro, mah. San Paolo IMI spergiuro stravende le FIAT che si ritrovava in tasca.
Ora arriva questa:

Banca Intesa scende dal 5,583% al 4,580% del capitale votante di Fiat ma non a causa di una vendita. "Banca Intesa – si legge in una nota- ha segnalato ieri alla Consob di essere scesa dal 5,583% al 4,580% del capitale votante di Fiat. Tale diminuzione – viene spiegato – non e’ dovuta ad una vendita ma consegue esclusivamente al prestito di 12.000.000 azioni ordinarie Fiat effettuato nell’ambito dell’abituale attivita’ di prestito titoli.

Abituale attività di prestito titoli, dice l’agenzia.
Immagino la scena:
– Prestami due titoli, vah
– Ci mancherebbe altro! Quanti ne vuoi?
– Mah, vedi tu… che ne so… fammi una dozzina di milioni di FIAT. Sono troppe?
– Macché troppe e troppe, è abituale qui da noi, figurati! Ma tutte FIAT? Proprio tutte FIAT?
– E sì, quelle mi servono…
– Evabbè, ecco qua. Fanno (euro più euro meno, non stiamo a spaccare il capello) 84 milioni di Euro. Allora segno, eh? A proposito, chi devo scrivere?
– Non ti preoccupare, saprai, saprai…

Commenta

Rispondi a Francesco Pasqualini Cancella risposta

  • Antonio non sono d’accordo con la tua analisi su FIAT, te l’ho sempre detto.
    Inutile che riaccendi i riflettori ogni volta che le quotazioni scendono, sta di fatto che le azioni FIAT sono attualmente al loro massimo da due anni a questa parte, nonostante il tonfo di venerdì.
    Se uno avesse comprato le FIAT quando tu hai cominciato a parlarne male e le venderebbe lunedì ci avrebbe guadagnato.
    Hai sottovalutato le qualità di Marchionne.

  • Un po’ di ragione c’è… Basti pensare che Marchionne aveva annunciato oltre 80.000 Grande Punto in tutta europa nel 2005! Cioè nei primi 3 mesi dal lancio. Ne han vendute 40.000 (dati Automotivenews per l’europa). Mai raggiunta nemmeno la media pezzi annuale (il target della sola Grande Punto è di 360.000 pezzi annui + 40.000 vecchie) e per ora le migliori vendite europee di ben due modelli (cioè vecchia Punto ancora in produzione + Grande Punto) ha visto il massimo in 26.000 pezzi!!! E di questi 26.000 in europa 8.000 solo in Italia erano della vecchia Punto!
    Fate i conti… la media mensile di entrambe dovrebbe essere di 33.500 pezzi. Facendo finta che a Agosto si immatricolino le stesse auto degli altri mesi (non è vero). E pensiamo poi che un modello di solito ha un boom di vendite all’inizio.
    Risultato? La vecchia vende meglio del previsto, e la nuova per ora è un flop gigantesco. Altrimenti perchè ostinarsi a parlare di ordini (non verificabili) e non di vendite (verificabilissime)?
    Altra annotazione interessante: le vendite restano stabili in Italia ( http://www.unraeservizi.com:5090/dati/bk_o/file_pdf_unrae/dicembreUNRAE.pdf ) e sono tracollate in Europa ( http://www.acea.be/ASB20/axidownloads20s.nsf/LookupFilesForLatestUpdates/1A4A999F46E3FC64C12570F500751E22/$File/PRPC-1205-TOTAL%20EUROPE-FINAL.pdf ).
    Ed è fenomeno che si è accentuato nell’anno 2005. Si vende sempre meno in Europa… stabile in Italia. Ma gli italiani non erano brutti e cattivi perchè compravano straniero? E gli stranieri tutti pronti a comprare Fiat! E invece…

  • Grazie per i dati, Piero. Che la Grande Punto fosse un flop era chiaro da tempo, da quando perfino loro stessi decisero, ormai un paio di mesi fa, di riconvertire gli spot su tutta la gamma, invece che solo su quel modello “rivoluzionario”. A tutti noi dovrebbe essre chiaro dal fatto che a distanza di mesi di Grande Punto su strada… quante ne avete viste voi?
    Nel frattempo però la grancassa prezzolata dei media economici sta già suonando la musica del bilancio che torna al profitto… dimenticando di raccontare che lì dentro ci sono i famosi 2 mld di dollari regalati da GM per levarsi FIAT di torno, mentre le vendite continuano a calare drammaticamente. Prepariamoci a una primavera calda sul fronte fiat.

  • Caro Antonio, dopo la tua attenta analisi su fiat e sulla grande punto, prova un pò a vedere adesso come va l’industria italiana che hai tanto boicottato e controlla oggi, assieme al tuo “amico” Piero, quanti modelli della nuova punto sono stati venduti!!!
    Ti invito inoltre, se non lo hai già fatto, a verificare le quotazioni attuali del titolo Fiat a distanza di un anno!!!
    Marchionne è uno con tanto di attributi, altro che chiacchiere!!!
    Lui parla con cognizione di causa e i risultati ne sono la conferma!!!

Il blog di Antonio Tombolini

Antonio Tombolini

Get in touch