Il blog di Antonio Tombolini

San Lorenzo, Aniwell, Simplicissimus, ovvero: tout se tient

S

La mia vita professionale si divide (divide? o non sarebbe piuttosto giusto dire che semmai si moltiplica?) tra alcuni fronti di impegno principali: 1) San Lorenzo; 2) Aniwell; 3) Simplicissimus Book Farm.

San Lorenzo, come i miei venticinque lettori ormai sanno, vende la roba più buona da mangiare e da bere che possiate trovare online.

Aniwell vende (da poco, e quindi magari non lo sapete ancora, ma questo è un peccato!) la roba più buona genuina e naturale da mangiare che possiate comprare per i vostri cani e i vostri gatti.

La Simplicissimus Book Farm vende il miglior lettore-scrittore digitale del mondo, iLiad, e tutte le fantastiche applicazioni che su questo si possono costruire per il lavoro, la scuola, l’università, il tempo libero.

Mentre sono qui che viaggio in treno da Ancona a Mestre (dove alle 17.00, al ristorante Dall’Amelia, terrò uno speech su Raccontare online, cui farà seguito la Mestre Bloggers Dinner) mi viene da chiedermi all’improvviso: ma cos’è che tiene insieme tutte queste cose?

Non è una domanda peregrina, tutt’altro. Se tutte queste cose si tengono insieme in maniera vera e naturale, allora è verosimile pensare che ogni energia che io spendo per l’una abbia comunque riverberi positivi sulla crescita dell’altra. Se fosse vero il contrario, non solo le varie cose sarebbero destinate a non funzionare, ma rischierei di scoppiare io stesso.
E siccome, conoscendomi, so che tendo naturalmente non a ridurre, ma ad aumentare semmai le cose di cui mi occupo, la domanda diventa anche esistenzialmente essenziale.

Stanno dunque insieme tutte queste cose? Avviare il lavoro di Sara Maternini (la nuova Country Blogger di San Lorenzo per la Gran Bretagna) e organizzare la presenza di San Lorenzo ai BarCamp italiani (LitCamp è il prossimo), mentre programmo la partecipazione a Zoomark con Aniwell, mentre incontro i responsabili della LUISS University Press ed entro in contatto con quelli della Fiera del Libro, in maniera che il mio amico e collega Luigi Passerino possa andarci sabato e domenica (con di mezzo il LitCamp) per presentare iLiad… funziona? A occhio mi viene da dire che sì, funziona, ma ho bisogno di analizzarne i motivi, per concentrarmi su questi e far funzionare il tutto (e magari anche dell’altro, perché no), tutto insieme, ancora meglio.

Sto per arrivare a Bologna, e devo cambiare treno… per ora mi accontento di aver messo a fuoco, spero, le domande giuste. E già, perché, dimenticavo, sto per partire anche con Domande Giuste

Commenta

Rispondi a Stefano Cancella risposta

Il blog di Antonio Tombolini

Antonio Tombolini

Get in touch