Il blog di Antonio Tombolini

Diigo Daily 09/18/2008

D
  • “A sinistra: un dipendente che ha appena perso il lavoro per il fallimento del suo datore di lavoro va a casa ad aggiornare il curriculum.
    A destra: dipendenti di un’azienda statale scioperano perché dopo vent’anni di sostentamento pubblico, alcuni di loro vedranno la parte fissa della retribuzione decurtata di un 15-20%. “

    tags: usa, italia, lehman, alitalia, welfare

Add comment

  • Che dire… ogni tanto mi piacerebbe essere a “destra”. Io sono un precario, vivo a “sinistra” il mio impiego fisso è aggiornare il Cv tutti i giorni.
    Sono egoista se non sono così in pena per quelli di “destra”?

  • No, non sei egoista.
    E aggiungo: hai notato che durante i servizi giornalistici in programmi tipo Ballarò e Anno Zero, quando si intervistano precari o operai di fabbriche in crisi, prima o poi viene fuori una busta paga e qualcuno che fa vedere di quanto si sta parlando in soldoni?
    E che di solito sono importi che vanno dai 700 euro mese dei precari ai 1200 dell’operaio che lavora da vent’anni?
    Bene.
    Hai mai sentito esporre CHIARAMENTE una cifra sul reddito mensile di qualche dipendente ALITALIA medio (non un precario da usare come esempio al ribasso, ma qualche impiegato fisso da anni), cifra da cui ognuno di noi può dedurre quanto il “sacrificio” del 20% di decurtazione sia più o meno sopportabile?
    Io mai.

Il blog di Antonio Tombolini