Il blog di Antonio Tombolini

Ebook, che dite, avrò toppato alla grande?

E

Mi hanno appena inviato il ritaglio di Metro, quotidiano gratuito distribuito a Milano, dove c’è Marco Ferrario di Bookrepublic.it che dice i suoi, di numeri, sugli ebook in Italia nel 2011.
Io, i numeri, li avevo dati qualche giorno fa qui. Le differenze ci sono, e mica da poco!
Vediamo un po’:

  • Io parlo di 3,7milioni di Euro, Marco Ferrario dice che invece il mercato ebook 2011 in Italia è stato di “6-8 milioni di Euro”: si tiene un po’ largo (e magari io sono un po’ troppo precisino lavorando alla virgola, non so), ma comunque vede doppio rispetto a me.
  • Io parlo di 500mila ebook venduti, Marco Ferrario dice che invece sono “700-800 mila”: anche qui ampi margini di tolleranza, ma soprattutto, anche qui, secondo Ferrario siamo quasi al doppio rispetto a quel che vedo io.

Come stanno realmente le cose? Immagino che i numeri di Ferrario siano tratti dalla ricerca che lui stesso presenterà insieme ad A.T. Kearney il 2 febbraio prossimo. E allora mi chiedo: serve davvero una “autorevole società di ricerche di mercato” per fornire dati che si tengono un margine di oscillazione di 2milioni su 6 (30%), o di 100mila su 700mila (15%)? Mah, resto scettico, e resto in compagnia dei miei dati empirici, meno roboanti, ma a me pare più veri: l’ebook, e chi ci lavora, non ha bisogno di imbellettarsi per adescare clienti, vengono e verranno sempre più, da soli. E imbellettare i dati è sempre, secondo me, un segno di debolezza.
E adesso Marco, a te: sbugiardami per favore, te ne prego, che se se ne vendono di più anche da subito sono più felice anch’io 🙂

3 Commenti

  • Si sono poi scoperte le cifre di A. T. Kearney?
    Io oggi ho letto il post di Shatzkin sugli italiani timidi e dice:

    I was asked how big I expected the Italian ebook business to get and how fast. I asked what percentage of Italian book sales were ebooks now. I was told “2%.” I asked what it had been a year ago. I was told “about 0.7%.” If those numbers were right (they could well not be, but I’ll bet they’re right on the growth rate), the percentage tripled.

    Davvero hanno dichiarato un 2% come dimensioni attuali di inizio 2012 e uno 0,7% all’inizio del 2011?

Il blog di Antonio Tombolini

Antonio Tombolini

Get in touch