Il blog di Antonio Tombolini

Ed è Kindle DX!

E

Kindle DX
Dopo i rumors, è ufficiale: Jeff Bezos sta annunciando proprio ora Kindle DX, ebook reader con tecnologia e-ink con schermo da 9 pollici (contro i 6 pollici del Kindle 2, più piccolo solo del DR1000 di iRex, 10.2 pollici). Ma cosa ancora più importante, legge i PDF! Amazon – fatemelo dire – come avevo previsto, apre ai formati standard!
“The Kindle DX will be $489 and ship this summer”.
Uhm… strano che non sia disponibile subito, Bezos stavolta ha avuto fretta di annunciare: mi sa che la competizione si sta davvero scaldando!
E comunque tutto ciò ha una duplice morale:

  1. l’e-ink è davvero il punto di svolta per l’eliminazione della carta stampata di bassa qualità
  2. oltre alla lettura leisure (lettori a 6 pollici) ci sono tre mercati dalle caratteristiche professionali golosissimi: quello della burocrazia, pubblica o aziendale che sia; quello della scuola e dell’università; quello dei giornali e dei magazines (per questi ultimi la porta si spalancherà non appena arriverà il colore

Commenta

  • Credo che l’annuncio anticipato sia dovuto alla necessità di depositare il progetto alla Federal Communication Commission. Tutti i dispositivi che accedono alla rete cellulare devono passare per l’approvazione della FCC, e i documenti della procedura sono accessibili al pubblico. E’ il motivo per cui erano trapelate informazioni sul primo Kindle, per dirne una. Meglio un annuncio chiaro dal palco che dover gestire le indiscrezioni dei siti di rumor, che chissà quali specifiche si inventano per poi deludere clienti (e borsa) all’atto della presentazione ufficiale. Apple sa molto bene quanto questo può far male…

  • Ma giusto per capire l’andamento del settore, di iLiad quanti ne avete venduti fino ad ora? Se non è un’info riservata, si intende

  • Sì, Gianni, è un’informazione riservata, e non per nostra scelta, ma per richiesta esplicita dei produttori, a cui dobbiamo attenerci. Però un’idea posso comunque dartela: nel 2008 abbiamo venduto, un modello per l’altro, circa 3500 lettori, e nei primi 4 mesi (gen-apr 09) le vendite di hardware sono aumentate sullo stesso periodo dello scorso anno del 94.34%.

  • volevo aggiungere una cosa tangenziale, che riguarda il mio settore di attività, ma è fortemente correlato agli ebook. Il nuovo kindle dx conterrà 3500 libri e/o decine di migliaia di documenti, giornali ecc. forse il classico searching a cui è abituato l’utente medio google non andrà più bene, sia a livello di front-end che a livello di risultati (x’ condizionato da politiche commerciali web, x’ deve gestire db enormi, ecc ecc …un discorso complesso). E’ vero che i risultati di searching più evoluti ed efficienti, e che google ovviamente conosce ma non rilascia al comune utente finale, stentano a decollare in applicazioni locali o end-user (ma sono x ora usati a livello aziendale o cmq lato server), però forse l’e-book potrebbe lanciare qs task? o no … !?! (segnalo una news a riguardo, basata mi sembra su ‘vivisimo’ un noto clustering engine ). Paolo
    https://www.researchgate.net/publication/6551761_Improving_e-book_access_via_a_library-developed_full-text_search_tool

  • Non mi dire che ti è sfuggita la prima pagina del Domenicale (Il Sole 24 ore, 10 maggio 2009) in cui Hans Magnus Enzensberger recensisce La scatola mangialibri! Lo scrittore “lamenta qualche difetto: tasti piccoli, vistosi buchi tra le righe, numeri di pagina che non si trovano”!
    Forse non merita commento la paginata falsamente controcorrente?

Il blog di Antonio Tombolini

Antonio Tombolini

Get in touch